Museo di San Marco

La storia

Il Museo di San Marco nasce come monastero dei frati domenicani intorno al 1437 quando Cosimo de’ Medici incaricò l’architetto Michelozzo di ristrutturare il vecchio edificio complesso. L’edificio attuale è un capolavoro dell’arte rinascimentale e conserva al suo interno una ricca collezione di opere, in particolare di Beato Angelico qui visse e operò per gran parte della sua vita.

Il convento di San Marco ha avuto per molto tempo un ruolo centrale nella vita politica e religiosa della città di Firenze, ospitando figure di alto profilo come Girolamo Savonarola, promotore di un generale rinnovamento della fede e dei costumi nella città toscana. Qui troviamo le massime espressioni della Scuola di San Marco, di cui fanno parte Fra Bartolomeo e Mariotto Albertinelli, entrambi pittori che si rifanno al primo Rinascimento e alle opere dell’Angelico.

La collezione

Oggi, al suo interno possiamo ammirare un affascinante insieme di arte, architettura e cultura: lo splendido ciclo di affreschi, tra i quali la celebre Annunciazione dell’Angelico e il Cenacolo di Domenico Ghirlandaio; le architetture progettate dal Michelozzo, tra le quali il Chiostro di Sant’Antonino, la Sala del Capitolo e i due Refettori e la meravigliosa Biblioteca; il Lapidario, ricco di storiche iscrizioni su pietra, e i resti del centro storico di Firenze salvati a seguito del Risanamento voluto dai Savoia quando la città era capitale d’Italia.

Le opere

  • Annunciazione, entro il 1435, Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Deposizione, 1432–1434, Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Trittico di San Pietro martire, 1428–1429, Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Pala d’Annalena, 1435, Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Giudizio Universale, 1431, Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Pala di San Marco, 1438–1443, Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Tabernacolo dei Linaioli, 1433, Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Cenacolo, 1486, Domenico Ghirlandaio (1448-1494)

Gli artisti

  • Beato Angelico (1395 circa-1455)
  • Domenico Ghirlandaio (1448-1494)

Foto: Annunciazione, 1450, Beato Angelico, Crediti: Angelico Carulmare

PIAZZA SAN MARCO, 3, 50121 FIRENZE – ITALIA
Orari di apertura:

Dal martedì al sabato dalle ore 8:15 alle ore 13:50.
Seconda e quarta domenica del mese dalle ore 8:15 alle ore 13:50.
Primo e terzo lunedì del mese dalle ore 8:15 alle ore 13:50.
La biglietteria chiude alle ore 13:20.

Chiusura:

Prima, terza e quinta domenica del mese; lunedì successivo alla domenica di apertura; 1 Gennaio; 25 Dicembre.

Tempo medio di percorrenza:

1 ora

Libri e Guide

Merchandise

Musei correlati

Corridoio Vasariano

Il Corridoio Vasariano, chiuso alle visite nel 2016 per ragioni di sicurezza, riaprirà al grande pubblico una volta ultimati i lavori di ammodernamento, climatizzazione e illuminazione che lo renderanno un percorso interamente accessibile e aperto a tutti.


Galleria degli Uffizi

A partire da €15,00

La Galleria degli Uffizi, costruita tra il 1560 e il 1580 su progetto di Giorgio Vasari, è tra i musei più importanti al mondo per le sue straordinarie collezioni di sculture antiche e di pitture (dal Medioevo all’età moderna).


Tempo medio di percorrenza:

2-3 ore

Galleria dell'Accademia

A partire da €12,00

La nascita della Galleria risale al 1784, quando il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo riorganizza l’antica Accademia delle Arti del Disegno, fondata nel 1563 da Cosimo I de’ Medici, nella moderna Accademia di Belle Arti. La nuova istituzione doveva ospitare una raccolta di dipinti antichi, moderni e di sculture al fine di facilitare la conoscenza e lo studio ai giovani allievi dell’Accademia.


Tempo medio di percorrenza:

1-2 ore

Carrello
bearound-logo