Galleria degli Uffizi

La storia

Nella seconda metà del 1500, il Granduca Cosimo I decide di far costruire un edificio a fianco di Palazzo Vecchio con lo scopo di riunire, e controllare da vicino, le 13 principali magistrature di Firenze. La Galleria degli Uffizi, che deve il suo nome proprio agli uffici di queste istituzioni cittadine, viene dunque realizzata tra il 1560 e il 1580 secondo il progetto di Giorgio Vasari, architetto ufficiale della corte medicea e trai primissimi storici dell’arte. L’ultimo piano, originariamente occupato da una loggia, venne finestrato e adibito a galleria privata dal Granduca Francesco I nel 1581 e da allora ospita la straordinaria collezione medicea.

La collezione

La Galleria degli Uffizi vanta una delle più vaste e straordinarie raccolte di opere d’arte, dall’antichità all’età moderna, ed è considerata oggi come uno dei musei più importanti al mondo. Tra i suoi corridoi, adornati con le statue greche e romane della collezione della famiglia Medici, troviamo opere meravigliose che vanno dal 1200 all’inizio del 1800. Oggi la Galleria occupa tutto il primo e il secondo piano dello storico palazzo e vanta numerosi capolavori di molti degli artisti che hanno fatto la storia. Solo per citarne alcuni, qui possiamo ammirare opere di Raffaello, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Piero della Francesca, Sandro Botticelli, Caravaggio, Giotto ma anche Dürer, Rubens, Van der Goes e Rembrandt.

Sebbene il nucleo originale sia rappresentato dalle opere della storica collezione dei Medici, nei secoli l’inventario si è notevolmente ampliato includendo opere religiose acquisite da conventi e monasteri, oltre che alle opere di proprietà della successiva dinastia dei Lorena. Insieme alla raccolta principale, all’interno dell’edificio sono ospitate anche la stupenda Collezione Contini Bonaccossi, il Gabinetto dei Disegni e delle Stampe, immensa raccolta di arti grafiche iniziata da Leopoldo de’ Medici nel 1687, e il Corridoio Vasariano, storico camminamento coperto che permetteva alla famiglia di viaggiare indisturbata tra Palazzo Vecchio e Palazzo Pitti e che oggi conserva una splendida collezione di Autoritratti.

Le opere

Pittura

  • Madonna col Bambino in trono, angeli e santi (Maestà di Ognissanti), 1300-1305 circa, Giotto (1267-1337)
  • Compianto su Cristo morto, 1303-1305 circa, Giotto di maestro Stefano, detto Giottino (documentato a Firenze nel 1368 e a Roma nel 1369)
  • Annunciazione e i santi Ansano e Massima, 1333, Simone Martini (1284 circa-1344) e Lippo Memmi (documentato dal 1317-1347)
  • I duchi di Urbino Federico da Montefeltro e Battista Sforza, 1473-1475 circa, Piero della Francesca (1412-1492)
  • La Primavera, 1480, Sandro Botticelli (1445 – 1510)
  • Adorazione dei Magi, 1482 circa, Leonardo da Vinci (1452-1519)
  • Nascita di Venere, 1485 circa, Sandro Botticelli (1445 – 1510)
  • Sacra famiglia, detta “Tondo Doni”, 1505-1506, Michelangelo Buonarroti (1475-1564)
  • Madonna col Bambino e San Giovannino detta “Madonna del Cardellino”, entro febbraio 1506, Raffaello Sanzio (1483-1520)
  • Angelo musicante, 1521, Giovanni Battista di Jacopo, detto Rosso Fiorentino (1495-1540)
  • Cena in Emmaus, 1525, Jacopo Carucci, detto il Pontormo (1494-1552)
  • Ritratto di Eleonora di Toledo con il figlio Giovanni, 1545 circa, Agnolo di Cosimo Tori detto Bronzino (Firenze 1503-1572)
  • Bacco, 1596-1597, Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio (1571-1610)

Scultura

  • Venere de’ Medici, Età Ellenistica (Fine II sec. a. C. – Inizi I sec. a. C)
  • Torso Gaddi, Arte Greca (I sec. a.C.)
  • Lottatori, Arte romana (I sec. d.C.)
  • Pomona, 1941, Marini Marino (1901-1980)

Gli artisti

  • Giotto (1267-1337)
  • Simone Martini (1284 circa-1344)
  • Piero della Francesca (1412-1492)
  • Van der Goes (1440-1482)
  • Sandro Botticelli (1445-1510)
  • Leonardo da Vinci (1452-1519)
  • Dürer (1471-1528)
  • Michelangelo Buonarroti (1475-1564)
  • Raffaello Sanzio (1483-1520)
  • Jacopo Carucci, detto il Pontormo (1494-1552)
  • Rosso Fiorentino (1495-1540)
  • Agnolo di Cosimo Tori detto Bronzino (Firenze 1503-1572)
  • Caravaggio (1571-1610)
  • Rubens (1577-1640)
  • Rembrandt (1606-1669)

Foto: Sala delle Niobe, Galleria degli Uffizi, Firenze

Mostre temporanee

Gli autoritratti su carta di Maestri del Cinque e Seicento

Baccio Bandinelli pittore

Divina simulacra

Per Immagini e Colori. La storia di Santa Umiltà da Faenza nel capolavoro medievale degli Uffizi

PIAZZALE DEGLI UFFIZI, 6 FIRENZE – ITALIA
Orari di apertura:

da martedì alla domenica, dalle ore 08:15 alle 18:30.

Ultimo ingresso 17:30.

Chiusura:

ogni lunedì; 1 gennaio; 25 dicembre

Tempo medio di percorrenza:

2-3 ore

Mostre temporanee incluse nel prezzo del biglietto

Merchandise

Musei correlati

Corridoio Vasariano

Il Corridoio Vasariano, chiuso alle visite nel 2016 per ragioni di sicurezza, riaprirà al grande pubblico una volta ultimati i lavori di ammodernamento, climatizzazione e illuminazione che lo renderanno un percorso interamente accessibile e aperto a tutti.


Galleria dell'Accademia

A partire da €12,00

La nascita della Galleria risale al 1784, quando il Granduca di Toscana Pietro Leopoldo riorganizza l’antica Accademia delle Arti del Disegno, fondata nel 1563 da Cosimo I de’ Medici, nella moderna Accademia di Belle Arti. La nuova istituzione doveva ospitare una raccolta di dipinti antichi, moderni e di sculture al fine di facilitare la conoscenza e lo studio ai giovani allievi dell’Accademia.


Tempo medio di percorrenza:

1-2 ore

Giardino di Boboli

A partire da €10,00

Sulla collina che si estende sul retro di Palazzo Pitti e che giunge fino a Porta Romana troviamo lo splendido Giardino di Boboli, storico parco della reggia dei Granduchi di Toscana.


Tempo medio di percorrenza:

1-2 ore

Carrello
bearound-logo